Pubblicato da: jlm | giugno 7, 2008

DMX / Party Up (up in here)

Titolo: Party Up (up in here)
Autore: DMX
Album: …And Then There Was X (1999)

Dopo la morte di Notorious B.I.G. e Tupac, DMX è diventato la figura che incarna al meglio lo stereotipo del thug, ovvero la persona che vive costantemente immersa nei guai. Stereotipo che Earl Simmons (questo il vero nome – lo pseudonimo deriva invece dalla drum machine con cui iniziò a suonare) non fa nulla per smentire: influenzato da un’infanzia violenta a Baltimora, è stato protagonista di innumerevoli arresti per possesso di droga, atti di violenza e possesso di armi; immancabile poi l’accusa di stupro. La sua musica è l’espressione migliore di questa “badass attitude”: si tratta di un hip-hop/hardcore violento, caratterizzato dal suo timbro grave e da basi abrasive.

Party Up è una hit immancabile in qualsiasi club di muscia black, grazie all’inno irresistibile del ritornello (“Y’all gon’ make me lose my mind up in HERE, up in here“), a liriche aggressive (ben rappresentate dalla storia del video) e al tiro assassino delle basi (grazie alla produzione di Swizz Beatz): nel suo genere, Party Up rasenta la perfezione. Il singolo ha contribuito a fare di DMX uno degli artisti rap più prolifici dal punto di vista delle vendite.

Link: Sito dell’artista, testo della canzone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: