Pubblicato da: ricky | aprile 6, 2008

Underworld / Push upstairs

TITOLO: Push upstairs
AUTORE: Underworld
ALBUM: Beaucoup fish (1999)

Molti ricordano gli Underworld come “quelli della colonna sonora di Trainspotting” e di un celebre spot con protagonista Paolo Maldini. Pochi sanno invece che Beaucoup fish, LP uscito qualche anno dopo l’indimenticabile Born Slippy, è considerato uno dei migliori album di musica elettronica degli anni ’90. Il disco è in effetti una vera miniera di pezzi strepitosi, sia in chiave danzereccia sia in ottica più ambient e chill out.

Personalmente considero Push upstairs come uno dei vertici non solo del disco, ma di tutta la loro carriera. Il brano incarna il lato più aggressivo e martellante degli Underworld, un gruppo che, specialmente ad inizio carriera, si era fatto conoscere e amare nel Regno Unito per un sound hardcore-progressive basato su travolgenti marce sincopate. Push upstairs si apre con un incisivo pattern ritmico, caratterizzato da un pianoforte suonato in modo percussivo. I vocals, secchi e declamati, sono affidati come sempre alla voce acidissima di Karl Hyde. Ma il vero valore aggiunto arriva dalla sotterranea progressione melodica dei sintetizzatori, che precipatano il pezzo in un’atmosfera apocalittica e inquietante.

LINK: monografia su Ondarock, pagina su Myspace

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: