Pubblicato da: jlm | gennaio 14, 2008

Violent Femmes / Blister in the sun

TITOLO: Blister in the sun
AUTORE: Violent Femmes
ALBUM: Violent Femmes (1982)
ASCOLTALA!:

I Violent Femmes, da Milwakee (Wisconsin) sono stati un gruppo fondamentale nel panorama alternativo americano, soprattutto per essere riusciti a re-inventare un folk-rock senza mai sapere di “revival”, ma che suonava – e suona tutt’ora – innovativo e originale. Blister in the sun definisce il tema dell’opera di debutto, presentando tre musicisti di grande caratura capaci di ottenere il massimo col minimo a disposizione: strumentazione di fortuna, acustica, da autentici buskers (musicisti da strada), caratterizzata dal basso acustico (Brian Ritchie) e dal tranceaphone, ovvero nient’altro che un secchio rovesciato suonato con le spazzole a fungere da batteria (Victor DeLorenzo). Sono composizioni fresche, impossibili da non adorare, che riaggiornavano il concetto di folk con l’indole stralunata del punk, dove a svettare era il canto giovanile e cristallino del leader Gordon Gano, narratore di frustrazioni tipicamente giovanili (i protagonisti delle canzoni sono spesso “losers” di provincia, che richiamano le storie dei protagonisti di Happy Days – non a caso girato a Milwakee – o di American Graffiti) cantate però con un tono arguto e leggero.

NB. la versione live del video appare più elettrica e meno acustica rispetto all’originale, che, in attesa del ritorno della playlist, potete sentire qui

Link: sito ufficiale, monografia su Ondarock, testo di Blister in the sun

Annunci

Responses

  1. Ecco il momento in cui trovi conferma del fatto che la spontaneità, l’istinto in musica prevalgono sulla tecnica: ascolti questo disco, tutto splendido, e cerchi di ragionare, far mente locale su inflluenze contesto strumentazione, e intanto tutto il tuo corpo si muove, fuori e dentro, e ti senti felice… cosa si può voler di più da delle canzoni rock?

  2. E’ vero, e questo è un gruppo capace di conquistarti al primo ascolto. Quando ho comprato il cd, ci ho messo un po’ a passare alla seconda canzone perché non riuscivo a smettere riascoltare in loop “blister in the sun”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: