Pubblicato da: ricky | ottobre 23, 2007

Slowdive / Catch the breeze

TITOLO: Catch the breeze
AUTORE: Slowdive
ALBUM: Just for a day (1991)
ASCOLTALA!: http://www.musicwebtown.com/jacopax/132617/

Gli Slowdive rappresentarono il lato più pop e orecchiabile (si fa per dire) del movimento shoegazer, nato a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 ad opera di gruppi quali Jesus and Mary Chain e My Bloody Valentine. La band, capitanata da Neil Halstead e da Rachel Goswell, esordì giovanissima sulle scene (i 4 erano poco più che adolescenti) con una manciata di canzoni (molte delle quali raccolte poi nell’album di esordio Just for a day) che possono essere definite come l’equivalente rock della pittura impressionista. Quello che colpisce in pezzi come Catch the breeze è infatti la tessitura e lo spessore del suono, caratterizzato da un amalgama inestricabile di timbri e colori. Il celestiale ritornello polifonico e i feedback chitarristici della coda strumentale imprimono inoltre una qualità eterea e fluttuante nella musica, che sembra consegnarsi più al mondo dei sogni che alla realtà.

LINKpagina personale su MySpace, video di Catch the breeze, monografia su Ondarock 

Annunci

Responses

  1. Un consiglio: se vi capita provate a riascoltarla mentre nevica!

  2. Una delle band più complete e sottovalutate di sempre! La loro musica, come nei Cocteau Twins e nei My Bloody Valentine, era un sogno ad occhi aperti. Ci si perdeva sempre…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: